Benvenuto!

Guai In Paradiso- Bande Criminali nelle Cape Flats

User Rating:  / 0
PoorBest 

Candy-Kennedy-e13259676611731 1

 

Il “Capo più bello” è noto a molti per il suo paesaggio idilliaco e lo stile di vita cosmopolita, il posto ideale per i ricchi e i VIP. 

Vi è tuttavia un'altra realtà, purtroppo vissuta da una grande percentuale di coloro che vivono nelle Cape Flats: neanche troppo lontano dai paradisi raffigurati nelle brochure turistiche, vi è una realtà che si basa sulla paura, a causa della piaga della malavita e della violenza che da decenni affligge le Cape Flats.

 

Le Cape Flats, descritte da qualcuno come “la discarica dell’apartheid” sono una zona in espansione a sud-est del quartiere centrale degli affari; durante il regime dell'apartheid, le Cape Flats sono create per includervi tutti quei cittadini “non bianchi” che vivevano nel Western Cape. Con il “Group Areas Act”, un atto che separava le persone sulla base del loro colore, migliaia di cittadini non-bianchi sono stati forzatamente allontanati dalle loro case e traslocati in case nelle “Flats” (pianure).

 

Negli anni a seguire le Cape Flats sono diventate il terreno di coltura ideale per tutti quei mali sociali che derivano sostanzialmente da uno scarso livello di istruzione/educazione: droga, alcolismo, violenza domestica, banditismo e disoccupazione. Altro fattore causa di questa situazione è il cosiddetto sistema Tot. 

Il sistema Tot o 'Dop' (in riferimento a una bevanda alcolica), è un sistema utilizzato già a partire dal XVII secolo,  quando i coloni europei usavano pagare i lavoratori agricoli non in danaro ma in alcool. Questa usanza ha creato in breve tempo una ampia diffusione della dipendenza da alcool tra i lavoratori agricoli: nonostante la mancanza di retribuzione, i braccianti diventano sempre più legati al proprio posto di lavoro, poiché grazie a quel proprio lavoro possono mantenere e soddisfare la propria dipendenza.

 

Al giorno d’oggi, la situazione nelle Cape Flats è allarmante, poichè bande rivali e spacciatori di droga si scontrano tra loro. E spesso vittime innocenti rimangono coinvolte nelle sparatorie. L'area di Manenberg, una borgata nelle Cape Flats, ha attirato l’attenzione pubblica quando 14 scuole sono state chiuse dal governo per 2 giorni al fine di offrire protezione ai bambini, gravemente minacciati dal pericolo di ritrovarsi coinvolti nel mezzo di una vera e propria guerriglia tra bande.

 

In risposta alle richieste d’aiuto da parte dei residenti, i quali hanno chiesto al governo l’impiego dell'esercito per riportare l’ordine, il Capo della Polizia Nathi Mthethwa ha dichiarato che il coinvolgimento dell'esercito non sarebbe comunque sufficiente a risolverebbe le cause del gangsterismo e dell’abuso di droga."Il banditismo è un'eredità profondamente  radicata  da più di 200 anni, e il Western Cape nel suo complesso ricomprende  diverse aree ‘calde’ che ospitano diverse comunità e razze," ha detto. "La nostra analisi criminologica  indica che Manenberg, all’esito di intense e operazioni integrate, ha mostrato segnali di stabilizzazione nel corso degli ultimi tre mesi."

 

Nonostante questi dati positivi, restano alcuni drammatici interrogativi: “Come tutelare gli innocenti?”  e “Qual è il piano del governo per risolvere il problema delle bande criminali?”. Sono domande a cui non è semplice dare una risposta, l’unica cosa che sappiamo per certo è che tutto ciò che è stato fatto finora non ha funzionato e continua a non funzionare.

 

Girano molte teorie, idee e proposte su ciò che dovrebbe essere fatto, e ci sono anche molte fazioni che si puntano il dito contro l’un l’altra. Il punto è che, se si vuole trovare una vera soluzione al problema del banditismo nelle Cape Flats, il cambiamento deve cominciare nei cuori e nelle menti delle persone: non solo dei criminali, ma nei politici e pure negli abitanti . Non possiamo continuare a chiudere sempre un occhio sui drammi di coloro che vivono nelle Cape Flats.

 

Il Paradiso non può dirsi paradiso, se non è un paradiso per tutti.

 

(immagine presa dal web: Candy Kennedy)

Add comment

No swearing. Please be respectful at all times.


Security code
Refresh

Notizia