Benvenuto!

Comprendere La Violenza Sui Minori

User Rating:  / 0
PoorBest 

Le violenze sui minori sono definite come "qualsiasi forma di danno o di maltrattamento deliberatamente inflitta a un bambino". Nell’84% dei casi di abusi nei confronti di bambini, l'autore è noto al bambino stesso.

 

Nel 2014, un padre ha confessato di aver ucciso suo figlio di due anni, dicendo di avere scaraventato il bambino contro il muro dopo averlo trovato col pannolino sporco.

 

Purtroppo, questo è solo un esempio dei pericoli in cui i nostri bambini si trovano. Ogni giorno, i media ed i notiziari sono pieni di storie incredibili di crimini efferati commessi contro i nostri figli.

 

In Sud Africa, gli abusi sui bambini avvengono a un ritmo snervante: ogni giorno in Sud Africa vengono uccisi in media tre bambini. Questo tasso di omicidi è più del doppio della stima globale. La violenza sui minori non è però un fenomeno relativo al solo Sud Africa: gli abusi commessi a danno dei minori di tutto il mondo è un problema di portata universale.

 

Secondo la Costituzione sudafricana, viene definito “bambino” “qualsiasi persona di età inferiore ai 18 anni”. Si stima che ci siano poco meno di 15 milioni e mezzo di bambini sotto l'età di 14 anni e 5 milioni di età compresa tra i 15 e i 19. In pratica, questo significa che il 38% della popolazione sudafricana rientra sotto la definizione giuridica di “bambino”. Nel 2012/2013 le statistiche hanno mostrato che 495.440 casi di crimine sono stati commessi proprio contro bambini. E questi sono solo i casi che sono stati segnalati. Gli studi nel settore suggeriscono che questo numero è almeno nove volte inferiore rispetto al numero effettivo.

 

Come riconoscere gli indicatori di abusi fisici sui minori?

 

Infortuni in differenti fasi di guarigione;

Inspiegabili fratture ossee, lussazioni, contusioni e ferite in luoghi insoliti come il cranio o le costole;

Segni di morsi o ustioni;

Comportamento aggressivo verso gli altri, paura di andare a casa;

Abiti/biancheria intima strappata, macchiata o insanguinata;

Malnutrizione o disturbi del comportamento alimentare;

Difficoltà o dolore nel camminare, stare seduti o urinare.

 

Quali sono gli indicatori comportamentali di abusi fisici sui minori?

 

Diffidenza nel contatto fisico con gli altri;

Abiti per nascondere le lesioni (per esempio: maniche lunghe in estate);

Enuresi (pipì a letto), disturbi del sonno, incubi;

Storie incoerenti per spiegare le ferite sul corpo;

Aggressività e difficoltà ad andare d'accordo con gli altri;

Autolesionismo;

Drastici cambiamenti nel comportamento e nel rendimento scolastico;

Assenzee da scuola, frequenti fughe da casa, evitare di andare a casa.

 

In rare occasioni, ci possono essere altre valide spiegazioni per questi sintomi e comportamenti. Tuttavia, essi possono essere utilizzati come indicatori se si sospetta che vi sia un caso di abusi in corso.

 

Gli effetti della violenza fisica sui minori.

 

Come paese, veniamo da un background di violenza e purtroppo, in alcuni casi, la violenza è addirittura tollerata e la gente nemmeno più ne parla. Sembra quasi una tendenza culturale, con norme sociali volte alla negazione dei diritti dei bambini e all’accettazione della violenza, non solo nei confronti delle donne, ma anche dei nostri bambini.

 

I numeri e le statistiche sono impressionanti e dovremmo esserne giustamente preoccupati. Inoltre, gli atti di violenza contro i bambini, vulnerabili e indifesi, dovrebbero spingerci a svegliarci e a reagire contro questi abusi.

 

Gli abusi fisici sui minori non solo fanno fisicamente male al bambino, ma ci sono conseguenze emotive che si manifestano anche diversi anni dopo il fatto. La gravità e la frequenza degli abusi possono provocare conseguenze ben più serie per la vittima rispetto alle sole lesioni fisiche. Il trauma subito dal bambino può influenzare la sua vita nell'età adulta se non trattato correttamente e il più presto possibile.

 

Effetti:

 

Problemi emotivi: comportamento ostile, ansia, paura, senso di umiliazione, bassa autostima;

Incapacità di formare amicizie; scarse abilità sociali;

Disturbi alimentari;

Incapacità di formare relazioni aperte, sane e basate sulla fiducia;

Abuso di sostanze stupefacenti;

Aumento del rischio di diventare violenti da adulti;

Comportamenti sessuali distruttivi e rischiosi;

Depressione.

 

Mentre gli effetti individuali sono evidenti, vi è anche un prezzo più profondo che tutti noi come società finiamo per dover pagare. Stiamo parlando di criminalità e disoccupazione, disturbi mentali e disposizioni governative indirizzate ad adulti incapaci di dare un contributo vitale alla società a causa degli abusi subiti. Non si può mai veramente conoscere il profondo, significativo e sconvolgente impatto che un abuso può avere su un bambino. Una società sana è fondata su individui emotivamente sani e stabili.

 

Prima l'abuso viene riconosciuto e gli interventi hanno luogo, più è possibile il recupero degli effetti perversi che si producono a lungo termine.

 

Tutti noi possiamo fare qualcosa

 

Uno sguardo alle statistiche sconvolgenti degli abusi sui minori può quasi provocarci sentimenti di impotenza e disperazione. Molti pensano che l'abuso sia troppo diffuso, il problema troppo esteso, le norme sociali e i comportamenti troppo radicati perché qualcuno possa fare la differenza.

 

Questo non è vero.

 

La verità è che, se non possiamo fare tutto, possiamo certamente fare qualcosa. Ogni piccola azione è importante. Il futuro appartiene ai nostri figli, e noi abbiamo la responsabilità di fare qualcosa per contribuire a dare loro il miglior futuro possibile.

 

Dunque, cosa si può fare se si sospetta che un bambino sia stato abusato?

 

  • La prima mossa è quella di cercare di parlare con il bambino e scoprire se i sospetti sono fondati;

  • E’ necessario mantenersi sempre calmi, razionali e rassicuranti;

  • La chiave è quella di non reagire con rabbia e disgusto. Il bambino può già avere a che fare con sentimenti di inferiorità, insicurezza e sfiducia. Un ambiente amorevole e solidale, in cui la vittima si sente al sicuro, la incoraggerà ad essere sincera sui fatti di abuso;

    • Denunciare il caso di abuso sui minori alle autorità locali.

     

    La cosa fondamentale è essere sempre guidati dal miglior interesse del bambino. Una volta segnalato e assicurata la sicurezza del bambino, può iniziare il processo di guarigione e di recupero. Se scoperto per tempo, e una volta che sono partiti i giusti interventi di supporto, ci sono buone possibilità per il bambino abusato di crescere fino a diventare un adulto in salute, con un sano senso di autostima e la capacità di instaurare rapporti costruttivi.

     

    Numeri utili (Sud Africa)

     

    SAPS Emergency number: 10111

    Childline: 0800 05 55 55

    Crime stop: 08600 10111

    Anonymous tip-off: 32211

Add comment

No swearing. Please be respectful at all times.


Security code
Refresh

Notizia